• #INNOVAZZATA a Torino Wi-Fi privato con risorse pubbliche e i dati dei torinesi alle multinazionali

    On: 18 settembre 2018
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, banner, blog, Comunicati Stampa
    Views: 55
     1

    Ciao, siamo in compagnia di un mupi, un totem pubblicitario, in via Garibaldi, a #Torino, in centro Il 6 settembre scorso sono state attivate qui antenne radiomobili , sono ospitate all’interno degli impianti pubblicitari urbani gestiti da Igpdecaux. Dopo aver percorso via garibaldi ed aver testato il servizio, condivido volentieri con voi i miei dubbi su quello che la Sindaca ha definito un progetto innovativo capace di garantire la connessione super veloce e gratuita ai torinesi. In realtà questo progetto merita un neologismo col quale potremmo titolare una nuova rubrica tutta torinese : #INNOVAZZATE. Diciamo iniziative fintamente innovative. I dubbi che ho su questo progetto sono almeno 3: Il primo: gli hot-spot del WI-FI cittadino, cioè quelli pubblici, gestiti dalla città di Torino, hanno una autenticazione che garantisce che i dati degli utenti siano gestiti dal pubblico e non da privati. Questo invece é un servizio privato e, come scritto nelle condizioni di utilizzo in fase di registrazione, il proprietario del servizio è un privato: Igp. Chiara, perché questo WI-FI non è federato con il servizio pubblico locale di Torino WI-FI; o quello nazionale di Italia WI-FI? Perché promuovi iniziative di privati che gestiranno i dati raccolti dei torinesi? Gli hotspot pubblici della Città tra l’altro consentono l’accesso ai portali di Città di Torino e Turismo Torino anche senza autenticazione. Questi assolutamente no. Il secondo motivo per cui non mi piace, é perché é brutto: mentre molti torinesi erano in vacanza, questi impianti pubblicitari sono stati ruotati di 90° rispetto a prima. Insomma, questi pannelli pubblicitari che prima delle vacanze erano paralleli alla via, e così posizionati non rompevano la prospettiva della via pedonale, ora sono frontali molto più visibili e impattanti. Alla faccia del rispetto del contesto storico della via Chiara? Perché hai scelto in una via lunga e stretta di rovinare la prospettiva? qual’e il nuovo valore che ha questo spazio pubblicitario ora più visibile? Perché la città non lo incassa? Il terzo e ultimo motivo per cui per me é una #innovazzata l’ho scoperto scaricando una delle app per testare la velocità della trasmissione dati. La velocità é la stessa degli hotspot pubblici. Ecco allora il mio consiglio, se siete in via garibaldi a Torino lasciate stare il Wi-Fi che vi consiglia #Appendino, e prendete un buon caffè in compagnia magari accompagnato da un biscotto artigianale, alle #INNOVAZZATE si dedica già l’amministrazione

    Read More
  • L’ACQUA BENE COMUNE IN PIEMONTE

    On: 16 giugno 2018
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, blog, Comunicati Stampa
    Views: 81
     Like
    Acqua in Piemonte
    Read More
  • TORINO: una Città senza visione in stand-by

    Si parla (fortunatamente) sempre più spesso, di cambiamenti climatici. Troppo poco, invece degli sforzi che devono fare le Città in quanto luoghi di maggior consumo. Suolo, acqua, energia, cibo.  Certo nessuno ha la bacchetta magica, motivo per cui ho sempre sostenuto che senza mai perdere di vista l’obiettivo, compito di chi amministra è aggiungere, passo dopo passo, tanti piccoli cambiamenti utili ad arricchire una strategia a livello locale. a partire dalla nostra quotidianità e dalla gestione dell’ordinario.

    Con questo spirito nel 2015 avevamo deciso di realizzare la sostituzione delle lampade dell’illuminazione pubblica di Torino, con questi risultati:

    tled

    Mi spiace molto verificare che questo non rientri nei progetti della giunta Appendino.

    TORINOALED2018

    da Corriere della Sera di Torino

    Read More
  • Protetto: PRODUTTIVITA’ CONSIGLIO COMUNALE DI TORINO 2012 vs 2017

    On: 30 maggio 2018
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, banner, blog
    Views: 76
     Like

    Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

    Read More
  • TORINO CARDIOPROTETTA

    On: 25 maggio 2018
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, banner, blog
    Views: 81
     Like

    Signore, insegnami l’arte dei piccoli passi.

    Antoine de Saint-Exupéry da il ‘Piccolo principe’

    I piccoli passi, giorno dopo giorno, passo dopo passo, ci aiutano ad affrontare il presente.
    Oggi, nell’ambito del progetto Torino Cardioprotetta, nei giardini Grosa, ai pedi del grattacielo di Intesa SanPaolo, abbiamo inaugurato con Marco Chessa un nuovo punto di cardioprotezione grazie a LIVEONLUS. Un piccolo passo avanti nella giusta direzione: favorire la prevenzione e contribuire a diffondere i defibrillatori in Città.
    Lo abbiamo fatto con la presenza speciale degli alunni dell’Istituto Rita Levi Montalcini di Via Palmieri.
    Con Luca Pairetto, sportivo ed arbitro di Calcio di Serie A.
    Grazie ai dipendenti di Intesa San Paolo che hanno voluto formarsi per l’utilizzo dei defibrillatori, grazie ad ANPASS che li ha, con professionalità, istruiti.
    Grazie alla Circoscrizione 3 che ci ha aiutato a scegliere la collocazione adeguata all’interno della bella area verde.

    314a0f81-d4b4-4080-bcdd-082ccf884bef
    Read More
  • con i RED DEVIL a Palazzo Civico

    On: 23 maggio 2018
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, blog
    Views: 177
     Like

    Questa mattina abbiamo aperto le porte di Palazzo Civico alla squadra di calcio a 5 “Red Devil Parenzo” , composta da venti ragazzi, alcuni arrivati in Italia con un barcone soltanto l’anno scorso, altri, italiani di prima e seconda generazione.
    Un ringraziamento a nome della Città di Torino per aver dato “gambe e cuore” ad una straordinaria esperienza di integrazione e di cittadinanza attiva nel quartiere Lucento.
    Un progetto animato e promosso da tanti attori virtuosi della periferia nordovest di Torino: Circoscrizione5, Cicsene, SociCoop di Corso Molise, Polisportiva Campus, Legambiente.

    #porteaperteapalazzocivico

    e1c77334-4b86-40cf-983d-8527a52acbc9
    Read More
  • LIA VARESIO Un nuovo indirizzo per i senza fissa dimora

    On: 5 aprile 2018
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, banner
    Views: 66
     Like

    Torino, 5 aprile

    COMUNICATO STAMPA

    “VIA LIA VARESIO 1”

    Un nuovo indirizzo per i senza fissa dimora
    della nostra citta’
    Il tema del diritto alla residenza come diritto inviolabile, assoluto, incoercibile e fondamentale dell’individuo è entrato nel patrimonio costituzionale del nostro Paese, soprattutto per quelle persone che ne risultano prive.
    La mancanza della residenza, infatti, costituisce una grave limitazione all’esercizio degli altri diritti:
    chi è senza fissa dimora non può votare, non può iscriversi al collocamento, non ha assistenza sanitaria, non può concorrere all’assegnazione di una casa popolare.
    Nella nostra città i diritti, i bisogni, le speranze dei “cittadini di strada” sono stati e sono interpretati e sostenuti da figure di straordinaria umanità e coraggio.
    Tra queste personalità, che s’iscrivono a buon diritto nella tradizione dei “Santi Sociali” della nostra città, occupa un ruolo di assoluto riguardo Lia Varesio.
    Lia Varesio è nata a Torino nel 1945 da una famiglia di forti tradizioni cattoliche ed è la fondatrice della Bartolomeo & C..
    Lia Varesio amava celebrare i compleanni dei barboni che incontrava e conosceva, ritenendolo il primo passo per restituire la dignità a chi l’aveva persa. Dare oggi un nome “reale” all’indirizzo di chi è senza fissa dimora, e vive quotidianamente questa situazione di fragilità e marginalità sociale, ritengo rappresenti un altro piccolo passo nella direzione da Lei tracciata, un punto fermo da cui provare a “ripartire”.
    E’ per queste ragioni che in data odierna, riprendendo una proposta di intitolazione formulata nel 2012, ho predisposto e inoltrato una nuova richiesta indirizzata alla nostra Commissione Toponomastica.
    Oggi, a distanza di 10 anni dalla scomparsa (11 marzo 2008) di Lia Varesio – “l’angelo dei barboni”, possiamo finalmente procedere, mi auguro senza esitazione, alla ridenominazione dell’attuale “Via della Casa Comunale 1” trasformandola in “Via Lia Varesio 1”.

    Il Vicepresidente Vicario del Consiglio Comunale della Città di Torino

    Enzo LAVOLTA

    lia-keVF-U434601025172983ETE-807x547@Corriere-Web-Torino
    Read More
  • RIORGANIZZAZIONE DELLA MACCHINA COMUNALE. L’ENNESIMA CAMBIALE IN PROTESTO?

    On: 23 giugno 2017
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, blog
    Views: 97
     Like

    PREMESSO CHE

     nel 2016, l’allora Consigliera Comunale e Vicepresidente della Commissione consiliare Bilancio Chiara Appendino pubblicava, sul sito internet chiaraappendino.it, alla voce “riorganizzazione della macchina comunale – i nostri VALORI” la seguente diapositiva:

    I NOSTRI VALORI

    Immagine
    • Orgoglio di lavorare per la nostra città;
    • Valorizzazione, crescita e formazione delle risorse interne;
    • Efficienza nell’impiego delle risorse pubbliche;
    • Trasparenza nelle selezioni e nelle progressioni;
    • Sistema di valutazione e premiale basato prevalentemente su dati oggettivi;
    • Migliorare la qualità del servizio erogato al cittadino;
    • Erogare direttamente tutti i servizi che è economicamente più vantaggioso non esternalizzare;
    • Partecipazione;
    • Senso di comunità;

     

    CONSIDERATO CHE

    in queste ore sono in distribuzione i c.d. “pagellini” dei circa 9000 dipendenti comunali che, in totale assenza di trasparenza e senza alcuna condivisione con i superiori gerarchici dei “dati oggettivi” utilizzati nella formulazione delle valutazioni individuali e dei criteri di assegnazione delle risorse in base ai punteggi ottenuti, si vedranno riconoscere nella mensilità di giugno 2017 la produttività riferita all’anno 2016 per un importo medio (tra le categorie A/B/C/D) di circa 440 euro LORDI . La quota complessiva destinata alla produttività dei dipendenti medesimi ammonta infatti a € 4.250.000, di cui l’85% è stata distribuita in modo collettivo (ovvero a pioggia) in base agli obbiettivi raggiunti dal superiore gerarchico, e solo per il 15% riconosciuta utilizzando la valutazione individuale delle prestazioni rese;

    CONSTATO CHE

    • con determinazione dirigenziale n. cronologico 775 approvata l’11 maggio 2017 avente ad oggetto “Risorse decentrate dirigenza anno 2017” sono state impegnate le risorse finanziarie per un importo pari a € 5.192.963,79 da destinare alla retribuzione di posizione ed al premio di risultato dei circa 100 dirigenti in servizio presso la Città di Torino;
    • con analoga determinazione dirigenziale n. cronologico 984 approvata il 20 luglio 2016 avente ad oggetto “D.Lgs. 267/2000 art. 90 – attività di collaborazione al Sindaco e alla Giunta o agli Assessori – collaboratori in staff “ è stato previsto un impegno di spesa per gli anni dal 2016 al 2021 di € 3.688.803,00 (al netto delle numerose mobilità interne di dipendenti a tempo indeterminato, già stipendiati dall’Ente, sottratti alle strutture amministrative comunali e trasferiti alle segreterie degli assessorati);
    • con determinazione dirigenziale n. cronologico 770 approvata l’11 maggio 2017 avente ad oggetto “autorizzazione al lavoro straordinario del personale dipendente per l’anno 2017” è stato autorizzato un impegno di spesa per il lavoro straordinario del personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato o determinato (escluse area posizioni organizzative) per complessivi € 433.830,00. A tal proposito si evidenzia, a mero titolo esemplificativo, come per l’intero anno 2017 siano stati stanziati € 124.000 per la retribuzione al personale di polizia municipale per i servizi resi in straordinario, a fronte di € 20.500 da destinarsi al personale in forza al gabinetto della Sindaca (passato, ad onor del vero, da 22 dipendenti riferibili all’anno 2015 agli attuali 155 tra dipendenti e funzionari in p.o.);

    PRESO ATTO CHE

    risulta evidente la sperequazione tra i fondi impegnati per l’incentivazione e la produttività dei dipendenti comunali “semplici”, quelli destinati ai premi di risultato da assegnare a dirigenti e direttori e quelli attribuiti al personale alle dirette dipendenze degli uffici politici della Giunta (comprese le indennità di coordinamento delle segreterie degli Assessori e le nuove indennità previste per gli “assistenti al coordinatore”).

    Da ciò ne consegue una “chiara” presa d’atto della mancata applicazione delle misure annunciate pubblicamente in campagna elettorale, nei confronti di migliaia di dipendenti che, ancora una volta, si sentiranno ben lontani da quel senso di comunità e da quell’orgoglio di lavorare per la nostra Città invocati e prospettati in campagna elettorale.

    INTERPELLANO

    la Sindaca e l’Assessore competente al fine di verificare se siano a conoscenza della situazione sopra descritta, ed in particolare per sapere se:

    • sia stata verificata, anche attraverso il supporto dell’organo di revisione contabile dell’Ente, la corretta costituzione del fondo destinato all’incentivazione dei Dirigenti (a partire dall’anno 2011) e in quali tempistiche verranno erogati i premi di risultato ai Dirigenti;
    • a distanza di un anno dall’insediamento della nuova Giunta intendano adottare, già a partire dal 2018, quel nuovo sistema premiale utile a rendere più equa la distribuzione dei fondi da destinare ai premi di produzione dei dipendenti interni appartenenti alle categorie A/B/C/D (senza indennità speciali o posizioni organizzative), rispetto a quelli assegnati alla dirigenza ed al personale di supporto agli organi politici, ed in linea con gli obiettivi di valorizzazione delle risorse interne inseriti nel programma di governo;
    • sia prevista, in tempi stretti, la formulazione di un nuovo piano di formazione interna, quale strumento indispensabile alla valorizzare delle attuali competenze nonché al miglioramento dei servizi resi ai cittadini;
    • intendano effettuare la promessa ricognizione dei carichi di lavoro in ciascun servizio, ivi comprese le Circoscrizioni, in modo da garantire una distribuzione omogena delle risorse umane con particolare riguardo ai settori ed ai servizi strutturalmente deficitari, anche alla luce delle numerose mobilità interne attivate per infoltire gli organici delle segreterie degli assessorati e degli uffici alle dirette dipendenze della Sindaca;
    • nell’ottica della totale trasparenza, non ritengano opportuno rendere pubbliche le valutazioni assegnate ai dipendenti, come peraltro già avvenuto nel recente passato per la definizione delle progressioni orizzontali (anno 2016).

     

    Enzo Lavolta

     

    Read More
  • Inaugurazione casa AIL

    On: 23 novembre 2016
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, blog, importante
    Views: 796
     Like

    15178297_10210834401597770_5732564458471696254_n

    Sono lieto di partecipare, in rappresentanza dela Città di Torino e del suo Consiglio Comunale, all’inaugurazione di casa Ail qui in via Nizza 24.

    Non si tratta soltanto di un atto che vuol sottolineare il vostro prezioso lavoro. Rappresenta, ancor prima, il riconoscimento del grande valore di una Associazione che lavora quotidianamente per migliorare la vita sia del paziente che delle famiglie.

    L’Organizzazione mondiale della sanità stima una crescita consistente dei tumori nei prossimi quindici anni su scala globale. Segno che il tema davanti a noi è prioritario, e va affrontato con impegno, serietà e continua innovazione evitando di affidarsi all’inerzia del ritmo delle abitudini.

    I rilevanti risultati negli studi scientifici e le terapie sempre più efficaci e mirate, compreso il trapianto di cellule staminali, hanno infatti determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti ematologici. È necessario però continuare su questa strada per raggiungere nuovi obiettivi e rendere leucemie, linfomi e mielomi sempre più guaribili.

    Questi risultati incoraggiano ad andare avanti. Anzi, se possibile, a procedere con passo più sicuro e veloce, grazie alla testimonianza di chi questa battaglia l’ha vinta.

    Il dramma personale e familiare, che la malattia porta con sé, può trasformarsi in fiducia e voglia di vivere, grazie al rafforzamento dei legami familiari, sociali, affettivi. Tutto questo anche per merito di strutture come questa, capaci di far trascorre ai pazienti il delicato momento che segue le dimissioni dalle strutture sanitarie e proseguire in ambiente accogliente e confortevole le terapie mediche iniziate nei reparti di degenza.

    E’ necessario infatti che la speranza di vita dignitosa si consolidi come un bene comune, del quale l’intera comunità sia garante e partecipe.

    Parallelamente, scopriamo che nuovi passi avanti vengono compiuti dalla ricerca; vere e proprie finestre che si aprono sulla vita delle persone che dipendono molto dall’opera come la vostra e di chi lavora incessantemente nella ricerca scientifica, nella sperimentazione, nella organizzazione delle cure. In quello straordinario impegno culturale, di diffusione delle conoscenze, di sensibilizzazione al tema, che costituisce sempre condizione e premessa di un autentico progresso della scienza e della medicina.

    L’Associazione Italiana contro le Leucemie è stata capace, in oltre 40 anni di incessante attività, di raccogliere risorse rilevanti da destinare a gruppi di ricerca, aiutando le università a compiere scoperte di straordinario valore e continuando a sollecitare la solidarietà dei cittadini e la responsabilità delle istituzioni.

    Per questo la Città di Torino vi è grata. Siete riusciti, anche in questo nuovo spazio, a costruire servizi e strutture capaci di supportare i pazienti oncoematologici e i loro famigliari. Avete aiutato il nostro Comune a rendere migliori i servizi, ad accrescere la qualità di un ambito cruciale della vita italiana.

    Consentitemi in conclusione ancora un piccolo gesto di riconoscenza nei confronti dei ricercatori impegnati nelle nostre strutture ospedaliere e nelle università cittadine. E’ opportuno ricordarlo anche oggi: investire nella ricerca, clinica e di laboratorio, è sempre una scelta vincente. Nella lotta contro le leucemie rivestono grande importanza – accanto alle cure, ai farmaci, alle terapie – la prevenzione e la diagnosi precoce.

    Anche questo è un impegno di comunità, a cui tutti – le istituzioni pubbliche in primo luogo – siamo chiamati. E’ un impegno che coinvolge lo stesso mondo della ricerca, i cui avanzamenti possono rendere più sostenibili i costi dei farmaci e delle terapie, e sempre più precisi gli strumenti di diagnosi.

    L’anno prossimo, quando ci rivedremo, molte altre vite saranno state salvate, altri malati avranno avuto la possibilità di trascorrere tante giornate serene con i loro cari: è un messaggio di speranza che da qui oggi vorrei muovere.

    La vostra è una straordinaria esperienza di impegno sociale. L’inaugurazione di oggi ci ricorda che, insieme, si può scrivere, anche a Torino, una storia di progresso umano.

    E non mi stancherò mai di ripeterlo…. l’Italia del volontariato, l’Italia della solidarietà , l’Italia dell’impegno civile è davvero l’Italia migliore.

    LUNGA VITA ALL’AIL.

     

    Enzo LAVOLTA

    Vicepresidente del Consiglio Comunale di Torino

     

    15135766_10210834402157784_4563580458093377314_n

     

    15178964_10210834402077782_4626704617084077595_n
    Read More
  • Appendino, piantala!

    On: 16 novembre 2016
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, Comunicati Stampa
    Views: 9405
     3

    Sono molto contento che il sindaco di Torino Chiara Appendino  abbia voluto confermare tutte le iniziative che l’amministrazione precedente aveva programmato.

    Non era scontato infatti negli scorsi anni che si riuscissero ad impiegare importanti risorse per la manutenzione del patrimonio esistente e la piantumazione (o se preferite messa a dimora) di nuovi alberi in città .

    Non discuto il fatto che non venga riconosciuta l’eredità positiva della precedente giunta; é una questione di stile, ognuno ha il suo e confermo che quello di questa Amministrazione non mi piace.

    Trovo invece inaccettabile la strumentalizzazione politica in favore del Movimento 5 Stelle ( ormai 4 o forse 3) che non solo non ha meriti, ma così usa le istituzioni per propaganda.

    Cara Sindaca, le iniziative che si svolgeranno nei prossimi giorni ed annunciate quest’oggi in conferenza stampa non hanno nulla di nuovo.
    Purtroppo l’unica novità vera é che mi risulta sia stato rinviato il concorso che avevamo programmato per l’assunzione di nuovi giardinieri in favore di altre professionalità.

    Parteciperemo alla messa a dimora dei nuovi alberi in Città senza bandiere, gli alberi sono un bene comune; Appendino piantala.

    Enzo LAVOLTA

    Appendinipiantala
    Read More