• L’ACQUA BENE COMUNE IN PIEMONTE

    On: 16 giugno 2018
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, blog, Comunicati Stampa
    Views: 31
     Like
    Acqua in Piemonte
    Read More
  • Giovani amministratori e radicamento territoriale per Andrea Orlando

    On: 11 aprile 2017
    In: Agenda, Articoli, blog, Comunicati Stampa
    Views: 1073
     Like

    unnamed-54-126

    Presentate le liste per Orlando.

    
Giovani amministratori e radicamento territoriale per i capilista.

    Perlopiù trentenni, giovani amministratori locali, alcuni cittadini con esperienza politica e di attivismo nei propri territori.

    Sono le cifre distintive dei candidati nelle liste del Piemonte a sostegno di Andrea Orlando.

    Dodici collegi, settanta persone “frutto di un processo partecipativo, dal basso, che ha coinvolto i circoli e i comitati locali” – commenta il coordinatore regionale Enzo Lavolta –“abbiamo tante energie e competenze nel nostro partito spesso troppo poco valorizzate”.

    La sfida ora si sposta sulla partecipazione al voto del 30 aprile, aperto a tutti gli elettori.

    Insomma un gesto di generosità nei confronti del futuro del Partito Democratico, uno sforzo condiviso con i tanti parlamentari piemontesi che nel sostenere Andrea Orlando hanno voluto mettere a disposizione la propria esperienza al servizio di una nuova classe dirigente.

    Un voto massiccio può aiutare il Partito Democratico a tornare in sintonia con il popolo del centrosinistra, che vuole dare un segnale di discontinuità dopo anni di uomini soli al comando e partiti pensati unicamente per il leader”, prosegue Lavolta.
    Al centro della campagna di Orlando c’è una diversa idea di partito e una proposta di nuova alleanza di centrosinistra che non escluda nessuno e che superi l’apparente isolamento del Pd a guida renziana nel paese e fra le forze politiche.
    I temi centrali sono quelli su cui sta “battendo” Orlando nella campagna elettorale che sta attraversando l’Italia: giovani,lavoro, sviluppo, Europa.

    Vi presento alcuni “alfieri coraggiosi” del prossimo PD

     

    marchelli

    ELENA MARCHELLI (Capolista collegio Alessandria) 24 anni, nata ad Ovada. 
Laureata in ingegneria biomedica e iscritta all’ultimo anno di bioingegneria presso l’Università degli studi di Genova. 
È capogruppo in consiglio comunale ad Ovada e si occupa di politihe giovanili.
Da febbraio 2016 è segretario del circolo dei GD dell’Ovadese

     

    volpatto

    DANIELE VOLPATTO (Capolista collegio Settimo Torinese) 32 anni, operaio manutentore presso la Luxottica di Lauriano, laureando in scienze dell’amministrazione, ex delegato sindacale ed ex membro dei direttivi nazionali della FILTEA CGIL, segretario del Pd di Settimo Torinese dal 2010 al 2014. 
Capogruppo del Pd in consiglio comunale a Settimo T.se. Ad oggi è anche capogruppo all’unione dei comuni “NET”.

     

    furia

    PAOLO FURIA (Capolista collegio Biella/Vercelli) 30 anni ed è dottorando in filosofia presso l’Università di Torino. È stato eletto segretario provinciale del Pd Biellese nel novembre 2013 e consigliere comunale di Biella nel giugno 2014.

     

    deambrogi

    ALICE DE AMBROGI (Capolista collegio Novara/VCO)
36 anni, laurea in scienze politiche, master in sociologia e organizzazione dello sport.
Consigliere comunale a Verbania, vice presidente vicario del consiglio comunale Presidente della commissione bilancio 
Componente segreteria provinciale VCO.

     

     

     

    Torino 1: Fabio Malagnino, Anna Rossomando, Alberto Pilloni, Laura Onofri, Bocciardi, Maria Grazia Santo Iemma, Alessandro La Noce.

    Torino 2: Domenico Cerabona, Alice Arena, Claudio Cerrato, Chiara Foglietta, Francesco Chiesa, Valentina Cremonini, Massimo Castria, Valentina Ciappina

    Ivrea: Enrico Capirone, Celestina Olivetti, Claudio Betaz, Francesca Rumbolo

    Moncalieri: Giorgia D’Errico, Christian Salerno, Claudia Tosco, Federico Tosco

    Pinerolo: Roberta Avola, Antonio Ferrentino, Roberta Falzoni, Jacopo Suppo

    Rivoli: Maurizio Piazza, Emma Amore, Gianni Pesce, Maria Vassaiotti, Pier Paolo Soncin

    Settimo: Daniele Volpatto, Gianna Pentenero, Walter Sandri, Maria Crusca, Emanuele Verderame, Germana Lionello

    Asti: Michele Miravalle, Orsolina Costelli, Giacomo Baldino

    Alessandria: Elena Marchelli, Mauro Cattaneo, Cecilia Bergaglio, Carlo Buscaglia, Silvia Sorisio, Michele Fonte, Ines Leoncino

    Biella-Vercelli: Paolo Furia, Graziella Savoini, Alessandro Portinaro, Angelica Valz Gris

    Cuneo: Patrizia Manassero, Massimo Scavino, Ivana Borsotto, Nicolò Milanesio, Lucia Galfrè, Edoardo Principe, Marziana Degiorgis, Claudio Giordano, Ivana Alluto

    Novara-Verbania: Alice De Ambrogi, Mauro Gavinelli, Emanuela Allegra, Alessandro Rondinelli, Marianna Rampini, Gabriele Cerfeda, Alessia Nobili, Roberto Faggiano

    Read More
  • CSI: APPENDINO NON PERVENUTA!

    On: 23 novembre 2016
    In: Comunicati Stampa
    Views: 147
     Like

    Torino, 17 novembre 2016

    Comunicato stampa

    CSI: APPENDINO NON PERVENUTA!

     

     

    E’ grave quanto accaduto quest’oggi in occasione di una importante riunione, richiesta dai lavoratori, in Regione Piemonte sul futuro del CSI.

    Ci saremmo aspettati quanto meno una presenza utile ad ascoltare le preoccupazioni dei lavoratori ed a interloquire con il socio Regione Piemonte per condividere il percorso e le strategie future sulle prospettive del CSI, con le conseguenti garanzie occupazionali per i lavoratori medesimi.

    L’attenzione del Sindaco si è limitata alla delega di due “staffisti” della Giunta che hanno presenziato all’incontro , in rigoroso silenzio, e senza fornire alcun contributo in ordine alla posizione della Città.

    Invito sin d’ora la Sindaca a rispondere in aula lunedì prossimo per comprendere quale sia la sua posizione sul futuro del CSI e se corrisponda a quella eloquente dei due collaboratori inviati, evidentemente loro malgrado.

     

     Enzo Lavolta

    >

    intervento Lavolta – Consiglio Comunale – 21112016

     

    intervento Lavolta – Consiglio Comunale – 21112016

    Read More
  • Appendino, piantala!

    On: 16 novembre 2016
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, Comunicati Stampa
    Views: 9357
     3

    Sono molto contento che il sindaco di Torino Chiara Appendino  abbia voluto confermare tutte le iniziative che l’amministrazione precedente aveva programmato.

    Non era scontato infatti negli scorsi anni che si riuscissero ad impiegare importanti risorse per la manutenzione del patrimonio esistente e la piantumazione (o se preferite messa a dimora) di nuovi alberi in città .

    Non discuto il fatto che non venga riconosciuta l’eredità positiva della precedente giunta; é una questione di stile, ognuno ha il suo e confermo che quello di questa Amministrazione non mi piace.

    Trovo invece inaccettabile la strumentalizzazione politica in favore del Movimento 5 Stelle ( ormai 4 o forse 3) che non solo non ha meriti, ma così usa le istituzioni per propaganda.

    Cara Sindaca, le iniziative che si svolgeranno nei prossimi giorni ed annunciate quest’oggi in conferenza stampa non hanno nulla di nuovo.
    Purtroppo l’unica novità vera é che mi risulta sia stato rinviato il concorso che avevamo programmato per l’assunzione di nuovi giardinieri in favore di altre professionalità.

    Parteciperemo alla messa a dimora dei nuovi alberi in Città senza bandiere, gli alberi sono un bene comune; Appendino piantala.

    Enzo LAVOLTA

    Appendinipiantala
    Read More
  • DIRITTO AL PANINO: TUTELA PER LE LAVORATRICI DELLE MENSE SCOLASTICHE

    Oggi in Commissione Consiliare si è svolta l’audizione delle lavoratrici impiegate nella refezione scolastica e delle rispettive organizzazioni sindacali, incontro che avevo già richiesto di calendarizzare nel mese di ottobre.
    L’occasione è stata utile per ribadire all’amministrazione comunale, ed in particolare all’assessore Patti, le molteplici criticità derivanti dalla novità introdotta dal c.d. “diritto al panino” sancito con sentenza ed in attesa del pronunciamento definitivo della Cassazione.

    Ne è emerso un quadro preoccupante. Molti bambini che si avvalgono del diritto di portarsi il pasto da casa, tendono a voler stare insieme ai loro compagni che mangiano il pasto della mensa e viceversa; a voler mangiare lo stesso cibo, e sono invece costretti ad occupare spazi distinti e separati e a consumare pasti molto differenti. Risulta difficile, se non impossibile, spiegare loro la differenza di trattamento e giustificare il divieto di scambiarsi cibo o di offrirlo al compagno.

    Siamo in presenza, di fatto, di una vera e propria separazione dei locali adibiti al consumo dei pasti: da una parte vengono garantiti i livelli essenziali di sanificazione, di mantenimento delle temperature ideali dei cibi e di alimentazione equilibrata; mentre dall’altra l’esatto opposto. Anche a fronte del fatto che la pulizia degli spazi è affidata agli operatori scolastici che, stante l’aggiunta del carico di lavoro, rischiano di pulire male ed in modo approssimativo, tralasciando magari la rimozione di ragnatele e briciole per terra, nonché la pulizia dei tavoli unti.

    Per quanto riguarda la gestione e la pulizia dei nuovi spazi individuati, ho ribadito con forza l’esigenza di disciplinare con maggiore dettaglio le competenze e le responsabilità che, al momento, risultano confuse.
    Ho manifestato pertanto forte preoccupazione circa le condizioni lavorative delle addette alla refezione e ho deciso di presentare un atto di indirizzo che inviti la Giunta a ripensare il sistema di gestione e di costo del servizio, anche al fine di garantire la massima tutela delle lavoratrici impiegate nel servizio di ristorazione scolastica torinese.

    Enzo Lavolta

    Read More
  • Caat, il ripristino della legalità non può più attendere

    On: 10 novembre 2016
    In: Agenda, Articoli, Comunicati Stampa
    Views: 507
     1

    Torino 10 novembre 2016

    COMUNICATO STAMPA

    Caat, il ripristino della legalità non può più attendere

    Ancora una volta il Centro Agro-Alimentare di Torino (Caat) è stato oggetto di un’importante operazione da parte di Ispettori della Direzione del Lavoro, Carabinieri e Guardia di Finanza per contrastare il ricorso alla manodopera in nero.
    È una situazione intollerabile: il ripristino della legalità non può più attendere.
    I tanti “padroncini” che operano senza il rispetto delle normative sul lavoro mettono a rischio l’esistenza di tante piccole imprese regolari e, spesso, l’incolumità propria e di chi lavora nel mercato.
    I controlli sugli accessi e sul rispetto dei contratti di lavoro, in particolare per quanto riguarda orari e contributi, devono continuare e mi auguro che la Città di Torino – che detiene il 93% delle azioni di Caat scpa – oltre a organizzare l’ennesimo sopralluogo (il prossimo 17 novembre) si impegni fattivamente per garantire il pieno rispetto della legalità all’interno della struttura e tutelare imprenditori e lavoratori in regola, anche sostenendo i ripetuti e coraggiosi sforzi compiuti in questo senso dalla direzione del Caat, che auspico non venga lasciata colpevolmente sola.

    Enzo LAVOLTA
    Vicepresidente Consiglio Comunale di Torino

    Chiara FOGLIETTA
    VIcecapogruppo PD Comune di Torino

    Una cinquantina di uomini, con carabinieri e finanza, impiegata dalle 3 di questa notte per controllare quindici aziende che operano all’interno del mercato agroalimentare
    lastampa.it
    Read More
  • Una casa di Vetro?

    On: 14 ottobre 2016
    In: Agenda, Articoli, blog, Comunicati Stampa
    Views: 211
     Like
    Liberta

    Qualche settimana fa alcuni di noi preparavano gli scatoloni per lasciare ai nuovi venuti gli uffici sgomberi e puliti. Ricordo che nella frenesia e nell’entusiamo collettivo, alcuni giornalisti irrompevano a palazzo civico con il desiderio di voler immortalare alcuni frammenti del trasloco, accompagnati da alcuni consiglieri neoeletti al grido di “questa è una casa di vetro”, “la casa di tutti noi cittadini.
    Oggi, ormai istituzionalizzati (ma non ancora istituzione) gli stessi protagonisti di allora, sono preoccupati del fatto che qualche giornalista possa passeggiare indisturbato nei corridoi di Palazzo Civico.

    Mi sono permesso di proporre un pass identificativo per i giornalisti che abitualmente frequentano “la casa di vetro”.

    La risposta è stata NO, per motivi di sicurezza. Ora, vorrei concludere con una facile battuta e ricordare ai giornalisti che dopo i fatti di Palermo forse la sicurezza tutelata è la loro, se rimangono fuori dal palazzo, ma ho troppo rispetto per il ruolo che la stampa riveste e per i miei concittadini, che hanno diritto di essere informati di quello che accade nella loro casa in modo da poter scegliere e giudicare con consapevolezza, una volta chiamati al voto. Per questo auspico vivamente che questa amministrazione sappia aprirsi con trasparenza e fiducia, permettendo a tutti di giudicare il suo operato

    Read More
  • Tutti gli impegni di COP21

    A meno di un anno da Cop 21, il Parlamento di Strasburgo ha ratificato a maggioranza gli accordi presi a Parigi nel novembre scorso: «La lotta al cambiamento climatico non è solo una delle più importanti sfide del nostro tempo, ma anche l’opportunità di costruire un’economia più sostenibile e competitiva e società più stabili», ha affermato Ban Ki Moon.
    In quell’occasione anche la Città di Torino era presente, portando in dote gli sforzi ed i notevoli risultati conseguiti, fra cui l’abbattimento dei livelli di CO2 con cinque anni di anticipo rispetto agli impegni per il 2020.

    Mi preme sottolineare però che tali risultati sono stati conseguiti non bloccando mai la circolazione, senza targhe alterne e con l’ampliamento del teleriscaldamento e delle politiche di sharing.

    Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, per parte sua ha commentato: «Il nostro voto garantisce che l’accordo soddisfi la soglia necessaria. L’entrata in vigore dell’accordo di Parigi meno di un anno dopo la sua firma è un risultato enorme, mentre ci sono voluti otto anni per il protocollo di Kyoto. Il voto di oggi significa anche che l’Ue resta un leader” nella lotta al cambiamento climatico».
    Questa è l’Europa che mi piace, un’Europa che però faticherebbe a capire una politica di tagli del trasporto pubblico, quale quella che si sta profilando in Sala Rossa in questi giorni, o i dubbi sull’ampliamento delle politiche di sharing manifestati dalla sindaca Appendino e dall’assessora Lapietra.

    L’Italia, che dell’Ue è fondatrice, fa parte di quei paesi responsabili del 55% di emissioni che hanno deciso di impegnarsi per ridurle. Sarebbe quantomeno imbarazzante che, a poche settimane dall’accensione dei riscaldamenti, proprio questa amministrazione non mettesse in campo ogni sforzo possibile per contenere quelle emissioni.

    Questa volta non ce lo chiede l’Europa, l’abbiamo chiesto noi a lei.

    Read More
  • Forza Leonardo

    On: 29 settembre 2016
    In: Agenda, Articoli, Attività Amministrativa, blog, Comunicati Stampa, Foto
    Views: 185
     Like
    Verrà il giorno della battaglia.
    Allora lascia i ricordi.
    Guarda oltre la meta
    ti resti il futuro come un baleno
    a stupirti.
    La lotta è un distacco
    è la strada per un orizzonte nuovo
    dove ogni luce e ogni suono
    rigenera
    Saranno strappati i rami e stritolato il tronco
    ma il ceppo no.
    E i germogli sfideranno altre nubi
    e vinceranno infinite altre battaglie.
    di Walter Ferrarotti da ” La mia vita incomincia dove finiscono le strade battute”
    14449878_1282170918570542_6000116141841204956_n
    Read More
  • Forza Leonardo