BICIPLAN

Torino foto Dario Nazzaro: BIKE PRIDE PASSAGGIO IN PIAZZA SAN CARLO

Piano della Mobilità Ciclabile (Biciplan)

L’obiettivo delle azioni previste per il 2014 è principalmente il promuovere e l’incentivare tra i cittadini la mobilità dolce (sia in bicicletta che pedonale) per gli spostamenti urbani in sinergia tra le diverse aree dell’ Amministrazione che a vario titolo sono coinvolte sul tema della mobilità urbana e mediante il confronto e la collaborazione con Enti, Associazioni e stakeholders diversi: a tal proposito, sono in programma proposte e realizzazioni di azioni conseguenti all’adozione da parte del Consiglio Comunale del Piano della Mobilità Ciclabile (Biciplan)

L’ufficio che in particolare si occupa di mobilità ciclabile è l’Ufficio Biciclette, istituito nel 2009 la cui attività, rivolta ai cittadini e impegnata nella collaborazione con il Gruppo di Lavoro interno alla Città Mobilità Ciclabile e con il Comitato Consultivo Biciclette, è strumentale all’armonico inserimento dei ciclisti nel contesto urbano e alla conduzione di un percorso di collaborazione tra Associazioni ambientaliste ed Amministrazione per l’analisi e la definizione delle priorità di intervento nell’azione di miglioramento e sviluppo della mobilità ciclabile

Le attività di comunicazione e promozione delle varie iniziative prevedono la distribuzione della “Mappa delle piste ciclabili”, del “Vademecum del ciclista urbano”, dell’opuscolo “Parcheggiare le biciclette nei cortili”e di materiale vario sulla mobilità ciclistica presso i punti informativi della Città e delle Circoscrizioni, sedi di associazioni e in occasione di iniziative ambientali, oltre all’aggiornamento e stampa della Mappa delle piste ciclabili e ciclostazioni Bike Sharing e alla realizzazione di una campagna e di opuscoli sulla sicurezza dei ciclisti (uso delle luci e giubbotti rifrangenti) e di contrasto al furto delle biciclette.

All’indirizzo – biciclette@comune.torino.it – si possono inoltre rivolgere i cittadini per quesiti specifici in materia di ciclabilità urbana o per esporre segnalazioni sul tema.

E’ stato pubblicato il nuovo portale Web “Torino in bicicletta”, con l’intento di favorire l’accessibilità e la visibilità delle informazioni sul tema della bicicletta e del “mondo” dei ciclisti urbani.

L’ufficio che in particolare si occupa di mobilità ciclabile è l’Ufficio Biciclette, istituito nel 2009 la cui attività, rivolta ai cittadini e impegnata nella collaborazione con il Gruppo di Lavoro interno alla Città Mobilità Ciclabile e con il Comitato Consultivo Biciclette, è strumentale all’armonico inserimento dei ciclisti nel contesto urbano e alla conduzione di un percorso di collaborazione tra Associazioni ambientaliste ed Amministrazione per l’analisi e la definizione delle priorità di intervento nell’azione di miglioramento e sviluppo della mobilità ciclabile
Le attività di comunicazione e promozione delle varie iniziative prevedono la distribuzione della “Mappa delle piste ciclabili”, del “Vademecum del ciclista urbano”, dell’opuscolo “Parcheggiare le biciclette nei cortili”e di materiale vario sulla mobilità ciclistica presso i punti informativi della Città e delle Circoscrizioni, sedi di associazioni e in occasione di iniziative ambientali, oltre all’aggiornamento e stampa della Mappa delle piste ciclabili e ciclostazioni Bike Sharing e alla realizzazione di una campagna e di opuscoli sulla sicurezza dei ciclisti (uso delle luci e giubbotti rifrangenti) e di contrasto al furto delle biciclette.

Il Consiglio Comunale ha approvato il 18 ottobre 2013 il “Piano della Mobilità ciclabile (Biciplan)”. Il percorso di progettazione si é svolto insieme alle circoscrizioni e alle associazioni, attraverso numerose occasioni di consultazione e di confronto. Il Biciplan si pone l’obiettivo strategico di portare dal 3% del 2008 al 15% entro il 2020 la percentuale degli spostamenti quotidiani in bicicletta. Il piano prevede di ricucire la rete esistente con i tratti mancanti, valutando anche interventi “leggeri” quali corsie ciclabili o di moderazione della velocità (limiti 30 km/h), per arrivare, nell’arco di una decina d’anni, ad avere 310 km di piste e percorsi ciclabili.

Ciclopiste realizzate dal settore Verde, in fase di realizzazione e in corso d’opera:

  • Collegamento ciclabile zone E27/E29: percorso tra corso Cincinnato, via Pianezza, via Pietro Cossa, piazza Cirene. Lunghezza percorso mt 910.
  • Collegamento ciclabile via Anselmetti: percorso tra strada del Drosso e via Settembrini, via Faccioli, via Anselmetti, via Settembrini, via La Manta e corso Orbassano. Lunghezza percorso mt 2280.
  • Collegamento ciclabile Villaretto: percorso che collega la Borgata Villaretto con il Comune di Borgaro Torinese e la rete ciclabili del PRUSST Tangenziale Verde. Lunghezza percorso mt 240.
  • Collegamento ciclabile Fioccardo: percorso che collega piazza Zara con il Comune di Moncalieri sulla sponda destra del Po. Lunghezza percorso mt 700.
  • Collegamento ciclabile Torrente Stura: percorso ciclopedonale lato sponda tra il parco di via Ivrea corso Vercelli e strada Settimo passando per il parco di fronte al Novotel ed il parco dell’Arrivore sino al parco della Confluenza. Lunghezza percorso mt. 3.500.
  • Collegamento ciclabile Urban 3: percorso che si innesta sul tracciato in corso di realizzazione da parte del Servizio Parcheggi e Suolo all’altezza di piazza Bottesini e prosegue in direzione ciclopista di corso Taranto lungo l’asse di via Petrella. Lunghezza percorso mt 584.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *